mercoledì 4 febbraio 2015

NULLA SI DISTRUGGE

Finalmente, è arrivato.
Alcuni lo hanno definito come l'evento più atteso dopo l'uscita del nuovo video porno di Sara Tommasi, altri come una catastrofe da prevenire con un rimedio tipo "soluzione finale" nei miei confronti, altri ancora hanno continuato a sbattersene altamente e a portare avanti le proprie vite come se nulla fosse.
Quando ne ho parlato per la prima volta, uomini hanno pianto. Donne hanno riso. Bambini hanno guardato sotto il letto, e anziani hanno acceso il televisore su "Pomeriggio 5" (c'era ancora, lo giuro).

Ebbene sì, cari mentecatti e mentecatte miei/mie: NULLA SI DISTRUGGE, il mio secondo libro totalmente autoprodotto, è finalmente arrivato a disposizione del Grande Pubblico.
Sì, avevo programmato uscisse almeno un paio di settimane fa, ma ehi... il bello di non avere una vera e propria casa editrice alle spalle è che le sorprese non finiscono mai!
Ah-ah-ah. Eh.
Andiamo avanti.


Che cosa vuol dire "a disposizione del Grande Pubblico", chiederete voi.
Semplice, significa che è attualmente possibile ordinare la versione cartacea di NULLA SI DISTRUGGE sui più disparati store online italiani e internazionali tipo Amazon, Apple IBook Store, Google Play Store, KoboBooks... qualunque vi venga in mente, se provate a cercare, probabilmente ce l'ha: qui trovate una lista ben chiara di quali sono!
Una volta effettuato l'ordine, dovrete soltanto attendere qualche giorno per permettere a YouCanPrint (il service editoriale a cui mi sono appoggiato in quest'avventura) di stampare la/le vostra/e copia/e del libro e il gioco sarà fatto.
Presto, ovviamente, sarà anche possibile comprarne la versione digitale, in formato ebook.

Ma non è finita qui.
Ah, no. Magari fosse, ma no.
Se siete ancora convinti che internet sia lo strumento del Demonio e amate andare a comprare i vostri bei libri nelle più grandi librerie del nostro grande paese, non c'è problema.
O meglio, c'è, ma sicuramente non riguarda il comprare NULLA SI DISTRUGGE; potrete infatti semplicemente recarvi nella vostra libreria preferita e ordinarlo in modo che vi arrivi lì, oppure direttamente a casa vostra. Qui, trovate la lista (divisa per regioni) delle librerie convenzionate con YouCanPrint... caspita, ma più che darvi i riferimenti cosa devo fare?!

Ora, quindi, sta a voi decidere se possa valere la pena o meno comprare e leggere il mio racconto.
Sono meno di 60 pagine, si legge in tre quarti d'ora esagerando, ma spero possa rimanervi aggrappato allo stomaco per un po' di più.
In tutta sincerità, non saprei come convincervi: vorrei avere qualche terribile informazione personale su di voi in modo da costringervi a farlo, ma questa volta è andata male.
Prometto che per l'uscita del prossimo vi schederò tutti quanti.

Nel caso, buona lettura.
Simone


3 commenti:

  1. Ben fatto! Davvero ben fatto! Disse lo shamano nel suo antro, sfregandosi le mani alla luce del piccolo focolare che gettava ombre sulle pareti dell'antro.

    RispondiElimina
  2. Daje, congratulazioni, old pal! :)

    RispondiElimina